Crea sito

Tagged: Filme policial

Bairro de Vanquilha_8a e ultima parte

Dalla 7a parte …Faceva freddo in Vanquilha ma i raggi giallastri regalavano un insolito tepore. Clara preparò una colazione leggera mentre Paulo si sbarbava davanti ad uno specchio rotto. Rui sorseggiò il caffè e Paulo gli propose di fuggire prima del calare del sole. Sua sorella aveva una casa in campagna e lo avrebbe potuto ospitare. Rui annuì in maniera poco convinta. Paulo lo capì e pensò che ogni uomo ha diritto di morire nel modo che preferisce. Ammesso che...

Bairro de Vanquilha_7a parte

(segue dalla 6a parte) L’appartamento illuminato da una luce fioca, gli sembrò più grande di quanto non ricordasse. Paulo, assonnato, lo guardò con stupore. “Che fai qui a quest’ora?” “Ho ucciso un uomo. Mi devi aiutare.” “Hai ucciso un uomo?” “Ho ucciso Peixoto.” “Cazzo! Vanquilha sarà in festa.” “…E i tirapiedi di Coelho mi stanno cercando.” “Da quando frequenti gente così perbene?” Paulo prese un bicchiere di vino e gli offrì il suo aiuto.”Puoi nasconderti qui per un po’, fino...

Bairro de Vanquilha_6a parte

(segue dalla 5a parte) Rui fuggì dal retro mentre gli avventori e i debitori di Coelho accorrevano sul luogo del delitto. Non fu strano vedere gente che sorrideva e che beveva un bicchiere per festeggiare la morte di quell’aguzzino. Vanquilha era un posto migliore, ma sicuramente quelli che festeggiavano la morte di Coelho, tra qualche mese, se non tra qualche giorno si sarebbero rivolti alle affettuose cure di qualche altro benefattore. La polizia si limitò a chiudere il bar e...

Bairro de Vanquilha_5a parte

(segue dalla 4a parte) Era tempo di risolvere le questioni. Sì! Pensò Rui davanti allo specchio che usava per radersi. Sì! Era il momento. Affrontare Peixoto ed evitare che Coelho e i suoi cagnacci lo facessero fuori. Uscì dalla camera maleodorante e scese in strada. La polizia era già al lavoro. La notte era stata violenta. Due morti ammazzati. Un lavoro pulito. Un avvertimento, un regolamento di conti. Due corpi, due colpi di pistola. Due sardine in bocca, segno inequivocabile...

Bairro de Vanquilha_4a parte

  (segue dalla 3a parte) Dona Amalia lo guardò con sguardo stupito: “Come mai sei qua ragazzo? So che non frequenti posti del genere…” Rui si sedette e abbozzò un sorriso. I ladruncoli e i brutti ceffi del Bairro passavano da lì, per informare Dona Amalia dei regolamenti di conti, degli omicidi e dei furti che avvenivano giornalmente nei vicoli del quartiere. “Dona Amalia, voi dovete aiutarmi…” L’anziana signora non lo guardò nemmeno in faccia e continuando a dondolarsi sull’enorme...

Bairro de Vanquilha_3a parte

(Segue dalla 2a Parte) Rui entrò nella sua stanza, in affitto, alla Pensione Marisela. Il fornello elettrico e la caffettiera in un angolo. Il materasso con le lenzuola e una coperta di lana fatta a mano. Un lavabo, uno spazzolino, un pennello da barba. Un piccolo armadio di legno di ciliegio, occupava la parete di fronte al letto. La finestra affacciava sul cortile della pensione. Rui si lavò la faccia. Si sdraiò sul letto. E si addormentò. Al suo risveglio...

Bairro de Vanquilha_2a parte

(Segue dalla 1a parte) Uscito dal bar, Rui attraversò il Bairro, in direzione di Praça da Vitoria. Camminò per la Rua Vanquilha accompagnato dal vento caldo di quell’inverno stranamente mite. Camminava e pensava. Problemi economici, un lavoro da schiavo come se non bastasse con una paga da fame. I rumori del vicino mercato di Santa Julia lo distolsero dai suoi pensieri. Alcuni vecchi stazionavano sul sagrato della Chiesa di Santa Julia: qualcuno seduto sulle panchine, qualche altro in piedi, scambiavano...

Bairro de Vanquilha_1a parte

Era una giornata come tante altre al Bairro de Vanquilha. L’inverno era mite e la nebbia non era tenace come in passato. Gli abitanti del Bairro erano abituati ad inverni rigidi: quello poteva essere ricordato negli annali per la sua cordiale apparizione. Il fiume scorreva placido nel suo letto mentre stormi di gabbiani, cicogne e qualche passerotto sprovveduto o destato dal clima inaspettato, lo sorvolavano. Quel giorno Rui si sentiva più vecchio, forse perchè era il suo compleanno, forse perchè...