Crea sito

Tagged: PDL

Eutanasia di un elettore

Mentre l’Europa va a destra, l’Italia in una bizzarra azione di moto retrogrado, sposta il suo asse (e quello del parlamento europeo) verso posizioni quantomeno socialiste. Gli zerbini politici di giornali e tv dicono che il merito di questa affermazione così schiacciante è di Matteo Renzi. Non essendo un suo sostenitore, non gli regalerò la soddisfazione di ammettere che potrebbe essere vero: mi limito a registrare la realtà dei fatti. Grillo è caduto sul più bello. Non ha parlato di...

La mi porti un bacione a FiRenzi

Un conoscente, elettore di centrodestra da sempre, un giorno mi disse: “Ecco, se candidaste Renzi, penso che potrei votarvi.” Andai a casa e pensai che mai potrei votare dalla parte opposta, anche se a candidarsi per Forza Italia, fosse Roger Federer: ma del resto, la religione è una cosa, la politica un’altra. Andiamo avanti. Dopo due primarie, finalmente per lui (ahimè per quanto mi riguarda), Matteo Renzi è alla guida del PD e adesso, da un mesetto a questa parte...

Sweet home, Pomezia

Dal monte ventoso dei miei sentimenti sfoglio all’aria una rosa ricettario l’inizio è già indiziario […]* Lucio Battisti   L’inizio è 16-0. Come se il Real Madrid incontrasse il Moncalieri. L’inizio è l’incontrario di tutto quello che uno può immaginare. L’inizio è che due su tre sono stati a casa. L’inizio è che “grazie al cazzo…due su tre sono rimasti a casa”‘. L’inizio è che “per forza il centrosinistra ha vinto.” L’inizio è che, a casa, non sono rimasti quelli...

Bastardi vers.2.0*

Sì, vendetta, tremenda vendetta Di quest’anima è solo desio… Di punirti già l’ora s’affretta, Che fatale per te suonerà.[…] Dal Rigoletto, di Giuseppe Verdi (scena Ottava) Prefazione. Io a Brescia, sabato scorso, avrei voluto esserci. Innanzitutto, perché, anche se pare strano a qualcuno, il dissenso lo si può ancora esprimere e poi perché gli insulti non sono proiettili e questa gente, qualche insulto se lo può anche prendere senza poi, durante e dopo, gridare allo scandalo. Sono vent’anni che ogni volta che esce una sentenza sul loro padrone, i cani iniziano...

Bastardi

[…] È un cane senza testa, povera bestia. Davvero non si sa ad abbaiare come fa. La testa, si dice, gliel’hanno mangiata… Ma lui non si lamenta, è un caro cucciolone, scodinzola e fa festa a tutte le persone. Come mangia? Signori, non stiamo ad indagare: ci sono tante maniere di tirare a campare. Vivere senza testa non è il peggio dei guai: tanta gente ce l’ha ma non l’adopera mai. G.Rodari Avete presente quando il padrone sta male e...

Sotto le stelle del web

Siediti al sole. Abdica e sii re di te stesso. Fernando Pessoa   E’ il giorno della presentazione degli eletti del M5s. Mi sono ripromesso di guardare le loro facce e ascoltare le loro parole. Ero già finito su youtube per vedere le presentazioni delle candidature ed ero già finito per i mari tempestosi del blog in tempi non sospetti. Correva il 2005. Post di Grillo sul calcio. A partire da oggi, il post della domenica sarà dedicato all’ “Odio”. Questo...

Insieme a te non ci sto più

Qualsiasi tipo di fallimento ha bisogno della sua claque. Bambini venite parvulos, c’è un applauso da fare al Bau Bau, si avvicina sorridendo, l’arrotino col suo Know-How, venuto a prendere perline e a regalare crack. Francesco De Gregori, dall’album Miramare 19.4.89 (1989) Si sente odore di vecchio. Stantio. Si consuma nelle stanze del potere la fine (politica?) di un uomo che ha segnato nel bene e nel male la storia del nostro paese. Con lui sta morendo l’esercito di nani...

Solo in Italia – Il dolore infinito

…E continuiamo ad avallare le porcate giudiziarie, le puttane a palazzo, i morti di Lampedusa. Continuiamo a tacere sulle ingiustizie sociali, delle dichiarazioni razziste (bellissime le ultime di Castelli e Speroni, non trovate?), delle barzellette (che non fanno ridere), delle balle sui rifiuti napoletani, delle sparate contro i gay e contro le coppie di fatto, dell’atteggiamento volgare verso le donne, dell’anti-Europeismo (che se non lo avete capito serve per far venire l’acquolina in bocca, a quei quattro leghisti che devono...

L’anno in tasca

Bilanci dell’anno che se ne va, turbamenti, preoccupazioni e previsioni di quello che sta per arrivare. Scrivo molto meno su questo mio blog errante, il tempo libero è sempre meno e le buone abitudini, si sa, si perdono. In poche righe, vi racconto quello di cui avrei voluto scrivere e che per pudore, per rabbia, per mancanza di voglia, di tempo, per la pioggia e per il sole, non ho scritto.Magari l’ho pensato, magari l’ho abbozzato e poi cancellato…magari abbandonato...